Visti da lontano

Visti da lontano
Sant’elena, come all’epoca di Napoleone Due anni fa ho parlato di Sant’Elena, notando che a 200 anni dall’esilio di Napoleone, l’isola è raggiungibile come allora, solo con la nave, ma che a breve sarebbe stato aperto un aeroporto. Era previsto un volo settimanale dal Sudafrica con uno scintillante Boeing 737-800 della Comair. Ebbene, la costruzione dell’aeroporto, realizzato a un costo di 320 milioni di euro per i contribuenti britannici è finita, ma, sorpresa delle sorprese, il rischio di windshear è tale che il nuovo scalo non è ritenuto sicuro. Chi è abituato a vedere consistenti investimenti pubblici risultare inutili non sarà sorpreso, ma forse pensavamo che i cittadini britannici fossero più vigili ed esigenti prima di pagare il conto per i territori oltremare. In realtà il problema di windshear riguarda la pista solo in una direzione. Nell’altra direzione prevale vento in coda che aumenta la velocità all’atterraggio e quindi richiede più pista. La pista, però, è corta. La Comair già prevedeva di non poter decollare a pieno carico, limitandosi a 120 passeggeri, rispetto alla sua capacità di 180 posti. C’è qualche lume di speranza. La Atlantic Star Airlines ha tanta voglia di instaurare un servizio con i suoi Avro RJ100, il quadrimotore con il nomignolo “Jumbolino”, ma solo fino all’isola di Ascension, a 1.150 km di distanza. Con l’ala alta, l’RJ100 si presta a operazioni su piste corte e ha recentemente effettuato voli di pro[...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>