Cybernetics

Cybernetics
I numeri del Pentagono per le cyber-ops L’ennesimo “colpo grosso” da parte di hacker non ancora identificati, ma indirettamente collegati al governo russo, ha colpito e messo fuori uso il sito web istituzionale dell’US Army. Obama (in trasferta per il G7) ha reagito chiedendo al Congresso americano di inasprire le pene per chi compie attacchi informatici prevedendo anche il congelamento dei beni economici e finanziari. Tuttavia, per stessa ammissione del presidente americano, sono ancora molte le debolezze presenti nei sistemi informatici pubblici e privati che potrebbero mettere a repentaglio la sicurezza e il benessere degli Stati Uniti. Anche per questi ultimi eventi, la Casa Bianca ha deciso di inserire nel prossimo budget federale (il FY 2016) una spesa per la cyber-security incrementata del 10% rispetto all’anno in corso. In particolare, secondo le stime fatte dall’analisi del prossimo budget che dovrà essere approvato dal Congresso, il bilancio federale del 2016 prevede lo stanziamento di circa 15 miliardi di dollari per la cyber-security. Inoltre, complessivamente la spesa prevista per il 2015 per il solo Dipartimento della Difesa (DoD) in materia cyber si assesta a circa 5,5 miliardi di dollari. Il solo Cyber Command prevede un incremento del 7% della spesa relativa alla messa in sicurezza della rete informatica del DoD. Infine, per il 2016 l’obiettivo principale rimane l’arruolamento di 6mila esperti informatici in dotazione al Pentagono per cond[...]

Articoli correlati

  • Visti da lontano31 luglio 2017 Visti da lontano Visti da lontano Da “All-you-can-eat” a “All-you-can-fly” Il modello americano dei ristoranti e tavole calde che propongono di mangiare quanto si vuole a prezzo fisso, diffuso in tutto il mondo, ha ispirato la nascita di compagnie aeree che offrono la soluzione “all-you-can-fly”. Un’iniziat...
  • Barone Rosso21 marzo 2016 Barone Rosso Ucraina, terra divisa Un recente seminario organizzato dall’Iwp di Kiev è stato una buona occasione per vedere senza troppi filtri la realtà di un Paese in aspra e contraddittoria evoluzione. Innanzitutto è chiaro che, sia tra i fautori della rivoluzione sia tra i suoi oppositori, Maidan Nezha...
  • Strategicamente24 luglio 2015 Strategicamente Non è il momento di tagliare la difesa! L’attuale congiuntura internazionale si presenta carica di sfide per la sicurezza del nostro Paese, dipingendo un quadro di crisi capace di influenzare negativamente la sicurezza nazionale lungo un arco immaginario che dall’Ucraina investe la Siria, il Lib...
  • Casa di Vetro14 settembre 2017 Casa di Vetro D1 - Difesa e Cyber Microsoft contro Fancy bear Negli ultimi anni Microsoft ha subito numerosi attacchi da parte del gruppo di hacker denominato Fancy Bear, ma che si serve anche di altri pseudonimi (Apt28, Sofacy, Sednit e Pawn storm). Fancy Bear, presunto autore degli attacchi contro il D...
  • Casa di Vetro10 ottobre 2017 Casa di Vetro D1 - Sicurezza Europea Proposta per rafforzare la cyber-security Per far fronte alle minacce cibernetiche, la Commissione europea e l’Alto Rappresentate Federica Mogherini hanno proposto l’istituzione di un’agenzia apposita che, sul modello dell’Enisa, abbia il mandato permanente di assiste...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>