Il Boom del Glam: Donato Ascani ed Enrico Bartolini fanno colpo a Venezia

Il Boom del Glam: Donato Ascani ed Enrico Bartolini fanno colpo a Venezia
Non capita tutti i giorni di imbattersi in un talento vivo come quello di Donato Ascani, trentenne originario di Fiuggi, che in bocca e in testa ricorda il primo Lopriore. Si direbbe che abbia la stoffa del creativo, sotto il fuoco di fila delle intuizioni; ma la sua energia deflagrante è solo metà del Glam, indirizzo stellato di fresco a Venezia. Con lui in gondola c’è Enrico Bartolini, il collezionista di macaron (al momento se ne contano 5), non solo grande chef, dedito a una cucina più affabile, ma imprenditore e talent-scout. Il mix perfetto: se si fosse verificato alla Certosa di Maggiano, forse la storia sarebbe andata diversamente. Il Glam è il ristorante d’albergo di Palazzo Venart, ultimo arrivato di una città dove sta montando sempre più la marea dell’accoglienza e dell’alta cucina. Affacciato sul Canal Grande, dietro il raro verde di un giardino, è stato inaugurato nell’agosto 2016 con una formula mista: a fianco dei classici del grande chef toscano, fra cui l’imitatissimo risotto alle rape rosse, riuniti in un menu degustazione da 6 portate a 90 euro, ci sono le creazioni di Ascani, con i suoi 8 assaggi istintivi a 120. “Questo è un posto romantico, non solo apparentemente”, commenta Bartolini. “Penso sposi il carattere di Donato, che è un maniaco dei dettagli, ogni giorno va a scuola al mercato a prendere il meglio e così esprime la sua poesia. Con Remo abbiamo ritenuto avesse il carattere giusto. Ha una mano in cui s[...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>