Il ruolo di Lockheed Martin nel maxi accordo militare firmato da Trump in Arabia Saudita

Il ruolo di Lockheed Martin nel maxi accordo militare firmato da Trump in Arabia Saudita
Ventotto miliardi di dollari. Questo il valore della partecipazione di Lockheed Martin allo storico accordo militare (che di miliardi ne vale 110) che Donald Trump ha siglato con il re Salman nel corso del recente viaggio in Arabia Saudita. Il costruttore, che conferma così il ruolo di leadership nelle esportazioni militari statunitensi, fornirà sistemi di difesa missilistica, velivoli tattici, elicotteri e navi da combattimento. LE PAROLE DELLA CEO HEWSON I problemi iniziali tra Donald Trump e la ceo e presidente di Lockheed Martin Marillyn Hewson non hanno intaccato la capacità di proiezione esterna del colosso della difesa Usa. Le critiche che il tycoon aveva rivolto al programma F-35 già prima dell'insediamento, e le incomprensioni che ne erano seguite con la numero uno di LM, sembrano essere definitivamente superate. "Siamo orgogliosi di essere parte di questo storico annuncio che rafforzerà le relazioni tra Stati Uniti e Arabia Saudita", ha spiegato la Hewson, giunta a Riad con la delegazione Usa. “Siamo orgogliosi in modo particolare di come il nostro vasto portafoglio di prodotti e tecnologie avanzate per la sicurezza globale potenzierà la sicurezza nazionale in Arabia Saudita, rafforzerà la causa della pace nella regione e fornirà la base per creazione di posti di lavoro e opportunità economiche negli Stati Uniti e nel Regno”. IL MAXI ACCORDO L'accordo firmato dai due capi di Stato, vale “almeno 110 miliardi di dollari” secondo la Casa Bi[...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>