Archiviata querela per diffamazione dell’ex-ad Unità Meli

Archiviata querela per diffamazione dell’ex-ad Unità Meli
Il diritto di cronaca e il diritto di critica, quando e se esercitati nel rispetto delle norme, sono diritti indisponibili e soprattutto meritevoli di tutela. Lo ribadisce il dispositivo del 24 febbraio scorso del Gip Annalisa Marzano con cui è stata definitivamente archiviata la "querela per il reato di diffamazione aggravata dal mezzo della pubblicità" presentata l'11 settembre 2014 dall'ex-ad della Nie, la società editrice dell'Unità, Fabrizio Meli contro il sottoscritto.  Con detto atto di querela, precisava il Meli, "chiedo sin d'ora la punizione del colpevole" in quanto con i suoi pezzi, il giornalista, "svilisce, denigrandola, la gestione manageriale, arrivando ad attribuire a quest'ultima la responsabilità della crisi finanziaria" e con gli stessi avrebbe "compromesso fortemente la mia reputazione". Ebbene, il Gip Marzano, "sentite le parti ed esaminati gli atti ed in particolare gli articoli oggetto di doglianza", rilevato il "notorio dissesto finanziario della testata giornalistica comprovante la verità della notizia", rilevato che "i toni e i commenti seppur vivaci ed aspri, impiegati dal Patrignani sono peraltro indirizzati - nel loro complesso - ai responsabili e al management della società di riferimento", rilevato infine che "queste espressioni come detto sebbene aspre rientrano perfettamente nei parametri del diritto di critica oltre che di cronaca espressi dal Patrignani nei suoi 'pezzi giornalistici' non avendo mai trasmodato i limiti della contin[...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>