Per evitare problemi con gli Usa, presidente e ad di Octo Telematics comprano il 20% dalla russa Renova. Ipo in dubbio

Per evitare problemi con gli Usa, presidente e ad di Octo Telematics comprano il 20% dalla russa Renova. Ipo in dubbio
Viktor Vekeselberg Sir John Peace e Fabio Sbianchi, rispettivamente presidente e l’amministratore delegato di Octo Telematics, primo provider globale nella fornitura di servizi telematici per il settore delle assicurazioni auto, hanno firmato un accordo vincolante con l'azionista di controllo Renova per l’acquisto del 20% delle azioni delle società (scarica qui il comunicato stampa). A seguito di questa operazione la partecipazione di Renova nel capitale della società si riduce al 48,55% dal precedente, mentre la quota dei manager sale al 25%, poco al di sotto di quella del 26,5% in portafoglio al fondo Pamplona. L'operazione è stata condotta per rendere Octo Telematics indipendente dal gruppo Renova e quindi non incorrere nelle nuove sanzioni imposte dagli Usa contro la Russia e dunque anche contro Renova, che fa capo all'oligarca Viktor Vekselberg. La nota di Octo Telematics dice infatti che. "La società è in contatto diretto con le autorità competenti americane ed è fiduciosa che con quest’operazione verrà meno qualsiasi tipo di problematica in merito all'indipendenza di Octo Telematics dal Gruppo Renova". Per gli stessi motivi nei giorni scorsi tutti i consiglieri che sedevano nel board di Renova hanno dato le dimissioni. Lo hanno fatto  Josef Ackermann (ex capo di, Deutsche Bank), Luca Cordero di Montezemolo, John Deutch (ex capo della CIA, i servizi segreti Usa), Orit Gadiesh (donna economista israeliana ed ex presidente di Bain &[...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>