Già tre ICOs italiane. Ecco cosa propongono. Nel mondo già 2,8 mld $ raccolti da inizio anno

Già tre ICOs italiane. Ecco cosa propongono. Nel mondo già 2,8 mld $ raccolti da inizio anno
Siamo arrivati almeno a quota tre ICOs (Initial coin offering) lanciate da italiani, cioè la raccolta online di capitali per finanziare lo sviluppo di un nuovo progetto, in cambio di unità (token) di una speciale criptovaluta a un valore prestabilito. Lo scrive MF Milano Finanza sabato 10 marzo, ricordando che, oltre alla prima ICO già chiusa, quella di AidCoin (si veda altro articolo di BeBeez), ce n'è ora una nuova in corso e un'altra in fase di pre-sale. L'ICO in corso (dal 1° marzo al 21 marzo)  è quella di Friendz, startup nata nel 2015 da un’idea di Alessandro Cadoni e Cecilia Nostro e partecipata dal 2016 dalla società di media marketing Triboo quotata all’Aim Italia. La startup ha sviluppato un'app che permette agli utenti già fan di alcuni prodotti di promuoverli sui social per fidelizzare nuovi clienti, in cambio di piccoli guadagni. Così, se per esempio una ragazza compra un bellissimo abito da sera di una nota marca e posta su Instagram la sua foto mentre indossa quell’abito a cena, invece di fare pubblicità gratuita per il brand, può essere reclutata da quello stesso brand che le chiede il suo appoggio. A oggi l’app conta già più di 200 mila download e oltre 40 mila utenti attivi mensili con circa 2500 campagne di marketing già lanciate, che hanno consentito di superare il milione di fatturato. I proventi dell’ICO saranno utilizzati da Friendz per sviluppare la piattaforma su base internazionale utilizzando la tecnologia bl[...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>