Tutti i deal chiusi su Npl e altri deteriorati del 2017 e quelli attesi o già annunciati nel 2018

Tutti i deal chiusi su Npl e altri deteriorati del 2017 e quelli attesi o già annunciati nel 2018
Il 2017 è stato un anno particolarmente attivo per i protagonisti del settore Npl e quindi, per banche, investitori e servicer, ma il 2018 non sarà da meno. Anzi. Secondo il database di BeBeez (scarica qui il pdf con tutti i deal), come anticipato da MF Milano Finanza nei giorni scorsi, gli addetti ai lavori stanno già lavorando a oltre 54 miliardi di euro di valore lordo di transazioni, se si contano anche alcune grandi operazioni che si sarebbero dovute concludere l’anno scorso, ma che per varie ragioni sono slittate a quest’anno, come i 26,1 miliardi di cartolarizzazione di Npl di Mps e come i 16,8 miliardi di deteriorati tra sofferenze e inadempienze probabili delle due banche venete, che come si sa tecnicamente non sono ancora stati trasferiti alla Sga perché i relativi decreti attuativi non sono ancora stati varati (si veda altro articolo di BeBeez). Per il resto, più in generale il mercato si aspetta un incremento di operazioni su inadempienze probabili, visto che da inizio anno è entra in vigore il nuovo principio contabile internazionale IFRS9, che obbliga le banche a ragionare sulla probabilità di default prospettica dei crediti in portafoglio e quindi anche a introdurre una nuova macro-categoria di crediti, quella dei sub-performing, cioé dei crediti in bonis che potrebbero però diventare deteriorati. Il tutto con un aumento del peso dei crediti deteriorati diversi dalle sofferenze in termini di patrimonio di vigilanza da accantonare. Peraltro, come[...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>