Intesa Sanpaolo conferma l’ipotesi di cessione della piattaforma di gestione degli Npl. E tratta con Lindorff-Intrum

Intesa Sanpaolo conferma l’ipotesi di cessione della piattaforma di gestione degli Npl. E tratta con Lindorff-Intrum
"Intesa Sanpaolo comunica che sta considerando opzioni strategiche nell’attività di servicing di crediti deteriorati, comprendenti una cessione di un portafoglio di crediti in sofferenza del gruppo, nell’ambito del prossimo Piano di Impresa". Lo si legge nel testo di una nota diffusa ieri dalla banca, a seguito di un lancio dell'agenzia Bloomberg, sempre ieri, che riferiva di colloqui con il gruppo scandinavo Lindorff-Intrum Justitia per la vendita della sua piattaforma di gestione dei crediti deteriorati insieme a un portafoglio di circa 10 miliardi di euro di crediti non performing e a un accordo pluriennale di gestione di alcuni degli attuali e futuri Npl di Intesa. L’istituto guidato da Carlo Messina potrebbe decidere di vendere tutta la piattaforma di recupero crediti, che vale circa 500 milioni di euro, oppure solo una parte. I colloqui con Lindorff-Intrum Justitia sono stati confermati dallo stesso gruppo scandinavo con una nota sempre ieri, nella quale prescisa che esiste un "dialogo in corso con Intesa Sanpaolo in merito all'acquisizione della piattaforma di servicing e di un portafoglio di Npl. Queste discussioni sono in una fase iniziale e non saranno resi pubblici altri dettagli". Per il gruppo sarebbe la quarta acquisizione in Italia dopo quella di CAF lo scorso dicembre, rilevata da Lone Star insieme a un portafoglio di Npl da 370 milioni (si veda altro articolo di BeBeez),  quella di Gextra lo scorso maggio, rilevata da Italfondiario e[...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>