Il fondo Idea Ccr III annuncia il primo closing a 300 mln. Acquistati crediti dalle banche verso 9 gruppi industriali

Il fondo Idea Ccr III annuncia il primo closing a 300 mln. Acquistati crediti dalle banche verso 9 gruppi industriali
Dea Capital Alternative Funds sgr ha annunciato ieri il primo closing a 300 milioni di euro del secondo fondo dedicato alla ristrutturazione industriale e finanziaria di aziende in tensione finanziaria, ma con fondamentali industriali solidi, battezzato  Idea Ccr (corporate credit recovery) II (scarica qui il comunicato stampa). Il nuovo fondo, così come il precedente, è in particolare dedicato a operazioni di cosiddetto DIP (debtor-in-possession) financing sul mercato italiano e, sempre come il precedente, è  articolato in un comparto crediti e in un comparto nuova finanza. Al primo hanno contribuito, cedendo crediti per un valore complessivo di 230 milioni, in capo a nove gruppi industriali italiani, Unicredit, Intesa Sanpaolo, Banco Bpm, Bnl, Ubi Banca, Mps, Banca Ifis e Credito Valtellinese. I gruppi industriali in questione sono: Canepa (Como), Snaidero (Udine), Calvi (Merate e Agrate Brianza), Pieralisi (Jesi, Ancona), Grotto-Chiuppano (Vicenza), Biokimica (Santa Croce sull’Arno, Pisa), Trend Group (Vicenza), Consorzio Latterie Virgilio (Mantova) e Zucchi (Milano). Il comparto nuova finanza ha raccolto invece al momento 70 milioni di impegni, oltre che dallo sponsor Dea Capital, da fondazioni, assicurazioni, banche e family office. Al momento non è stato fissato un target finale di raccolta. L'sgr, guidata dall'ad Gianandrea Perco, è stata assistita da CBA Studio Legale e Tributario che ha seguito l’acquisizione dei crediti e i profili legali e fi[...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>