L’Italiano Hobie Cat in 15 punti

Alcune considerazioni sugli Italiani Hobie Cat, conclusi Domenica scorsa a Cagliari 1 Windsurfing Club Cagliari: sempre una garanzia. Con una  segreteria tutta nuova, all'inizio, sembrava non sarebbe riuscito a tenere il ritmo di tre giorni di una regata con oltre 120 partecipanti ma, una volta che si è iniziato a giocare, ha giocato alla grande e la manifestazione è andata avanti senza intoppi. 2 Cagliari: promossa ma poteva dare di più. Una prima giornata di brezza medio leggera che è andata ad aumentare; una seconda giornata di bella brezza, ideale per gli Hobie Cat. Nella terza giornata il vento entra bello robusto, ma troppo tardi per regatare. In tre giorni di regate poteva regalarci almeno una giornata di Maestrale, giusto per spezzare la monotonia di regate molto simili tra loro e dar spazio a qualche virtuosismo tattico in più. 3 I regatanti: grazie! Si, grazie per essere venuti numerosi alla costosissima trasferta cagliaritana. Con le Credenziali sconto traghetti annullate per il ponte del 2 Giugno (grazie Tirrenia!), venire in Sardegna è stato veramente oneroso e la trentina di equipaggi che hanno affrontato la trasferta vanno veramente ringraziati. 4 La classe: good job. Se diamo uno sguardo al l'italiano del 2013 di Punta Ala, regata corsa con 12 barche di cui otto sarde, possiamo solo dire che in quattro anni, visti i 50 iscritti a Cagliari, si sono fatti passi da gigante, anche se si sa, quando c'è di mezzo la flotta 345, è più facile fare[...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>