“Villa Gemma” 2000, un vino per le grandi occasioni

“Villa Gemma” 2000, un vino per le grandi occasioni
Villa Gemma e non solo. Sono lontani i tempi in cui i vini abruzzesi guardavano al Piemonte e alla Toscana con un complesso di inferiorità. Certo, il movimento abruzzese ha una storia di qualità relativamente breve, ma i risultati raggiunti negli ultimi anni dai viticoltori locali sono una garanzia per i consumatori e un’ottima base su cui costruire un futuro prospero. Qui vogliamo occuparci di un vino in particolare. Parliamo di un Montepulciano DOC della Cantina Masciarelli. Villa Gemma è una delle cinque linee di prodotto della cantina abruzzese. La prima annata di produzione risale al 1984, nel comune di San Martino e San Marrucina. I vigneti sono esposti ad est, 14 ettari in totale, e poggiano su suoli di natura argillo-calcarea. La vinificazione avviene in botti di rovere, con macerazione di 20-30 giorni, e invecchiamento di 36 mesi, di cui circa 18-24 in barriques nuove. Nello specifico, abbiamo assaggiato un “Villa Gemma” del 2000. Con una gradazione di 14,5% e un prezzo di 73 euro, il vino è da intendersi “adatto ad un’occasione speciale”. Sentore e sapore Alla vista, il vino si presenta color rosso rubino intenso. Al naso mostra nuances fini e complessi di confettura di ciliegie e di more, aromi di vaniglia, di pellame e di cioccolato amaro. Al palato lascia una sensazione di eleganza ed equilibrio. Si distende mostrando un corpo deciso e importante: fresco e sapido, ben bilanciato dalla grande componente di calore, con tannino rustico. Ch[...]

Articoli correlati

  • Madrid Fusiòn, ai nastri di partenza l’edizione 201713 gennaio 2017 Madrid Fusiòn, ai nastri di partenza l’edizione 2017 Al via la quindicesima edizione di Madrid Fusiòn, il congresso gastronomico che dal 23 al 25 gennaio vedrà convergere i più grandi chef del mondo al Palacio Municipal de Congresos della capitale spagnola. Per il 2017, sarà lo chef Niko Romito a rappresentare l’Italia. Il cuoco abruzzese anche que...
  • A tutta ʾnduja! Bloomberg incorona il salume calabrese come cibo preferito del 201627 dicembre 2016 A tutta ʾnduja! Bloomberg incorona il salume calabrese come cibo preferito del 2016 Che la ʾnduja fosse adatta al mercato estero erano in tanti a sostenerlo da tempo. Un successo internazionale Il sapore deciso sembrava tagliato su misura per i palati inglesi e americani, abituati a cibi dal carattere forte. E allora, secondo l’agenzia di stampa Bloomberg ‒ da Londra a New Yor...
  • Niko Romito: “A Casadonna formiamo gli chef del futuro”21 dicembre 2016 Niko Romito: “A Casadonna formiamo gli chef del futuro” Niko Romito, abruzzese, nel 2013 diviene "Cavaliere della Repubblica". Il suo ristorante ‒ Il Reale di Castel di Sangro ‒ detiene tre stelle Michelin ed è meta di pellegrini gastronomici provenienti da tutto il mondo. Ha aperto punti Spazio (ristorante-laboratorio gestito dai diplomati della sua ...
  • Ristoranti tre stelle Michelin: le 8 eccellenze italiane20 febbraio 2017 Ristoranti tre stelle Michelin: le 8 eccellenze italiane Confermate, per il 2017, le tre stelle agli otto Chef della passata stagione. Dimostrazione, questa, che, se nell’universo dei monostellati c’è un turnover più o meno congenito, nell’empireo dei ristoranti tre stelle Michelin le cose vanno diversamente. Forse perché le qualità necessarie ad arriv...
  • Massimo Bottura tra i creativi più influenti del pianeta2 gennaio 2017 Massimo Bottura tra i creativi più influenti del pianeta Massimo Bottura è tra i 28 creativi più influenti del globo. A stabilirlo, il New York Times che, per il 2016, ha affiancato lo chef modenese a personalità del calibro di Michelle Obama e Lady Gaga. «Lo chef dietro il ristorante migliore del mondo» dicono di lui in America e lo annoverano tra ...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>