La Lega depotenzia i diritti dei militari. Parla Emanuela Corda (M5S)

La Lega, con la sua decisione, depotenzia di fatto la possibilità dei militari di far valere i propri diritti. È quanto sostenuto dal capogruppo del M5s in commissione Difesa della Camera, Emanuela Corda, interpellata da Airpress dopo la sconfitta del suo emendamento in sede di commissione. Il tema è di nuovo Forze armate, un terreno minato per Lega e Movimento cinque stelle, visto che è il campo su cui si stanno consumando i maggiori attriti tra i due partiti della maggioranza. Le ragioni dell’emendamento miravano ad “attribuire al giudice ordinario, in funzione di giudice del lavoro, la decisione sulle controversie in materia di repressione della condotta antisindacale, così come del resto stabilito per tutti i lavoratori con rapporto di pubblico impiego non contrattualizzato. Previsione che, come noto, trae fondamento dallo statuto dei lavoratori” ha spiegato la deputata pentastellata. Secondo l’onorevole Corda, la Lega avrebbe mancato di una posizione politica chiara e univoca, in quanto “fatte salve le prerogative legate alla specificità del comparto, in nessun modo i nostri emendamenti confliggevano con le esigenze di operatività ed efficienza del comparto” aggiungendo che “le interpretazioni le lascio a tutti gli uomini e le donne in divisa che da decenni attendevano e attendono un provvedimento equo e necessario come questo”. Il capogruppo M5s in commissione Difesa ha anche tenuto a precisare come le divergenze politiche siano del tutto[...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>