Piano Juncker, noccioline o panna montata? I dubbi (pure) dell’Espresso

Piano Juncker, noccioline o panna montata? I dubbi (pure) dell’Espresso
Noccioline o panna montata? Piano ambizioso o illusorio? Nuova era sviluppista o truffa mediatico-politica? Da giorni Formiche.net (qui un articolo di riepilogo) si sta ponendo alcuni interrogativi che riguardano il Piano Juncker. Ad alcune prime conclusioni arriva l'editorialista Massimo Riva che, sull'ultimo numero del settimanale l'Espresso, scrive: "La storica svolta annunciata con il piano Juncker si rivela al momento niente più che fumo negli occhi per mascherare la sostanziale incapacità dell’Unione ad emanciparsi dalla luttuosa strategia rigorista che ha aggravato i termini della crisi soprattutto nei paesi più fragili. C’è da chiedersi che cosa aspetti il nostro governo a denunciare questa insostenibile ipocrisia". Eppure il Piano va, o meglio muove i primi passi, anche se non ufficialmente, nota Riva: "In cantiere ci sono appena quattro iniziative finanziate dalla Bei e che probabilmente la stessa banca avrebbe sostenuto anche senza l’intervento di Bruxelles", ha scritto l'editorialista del settimanale l'Espresso. Ma quali sono questi progetti già finanziati in attesa dell'avvio ufficiale del fondo Juncker e quindi in attesa della garanzia "europea"? Un piano di ricerca per la salute in Spagna, l’allargamento di un aeroporto in Croazia, la costruzione di quattordici nuovi centri sanitari in Irlanda e un programma di sostegno all’innovazione industriale in Italia. Sono questi i primi 4 progetti approvati il 22 aprile aprile dalla Banca [...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>