Tutti su Marte. Elon Musk rilancia la sua sfida interplanetaria

Tutti su Marte. Elon Musk rilancia la sua sfida interplanetaria
Il visionario fondatore di SpaceX la spara grossa ancora una volta: il primo test per colonizzare Marte già nel 2019. L’annuncio è arrivato dal South by Southwest Festival (SXSW) di Austin, in Texas, dove il miliardario Elon Musk ha spiegato l’intenzione “di effettuare viaggi brevi, decollo e atterraggio, nella prima parte dell’anno prossimo”. Nonostante lo scetticismo generale, la storia di SpaceX ha ormai insegnato che alle sparate di “mister Tesla” bisogna prestare una certa attenzione. Nel giugno del 2016 la comunità scientifica era già stata attraversata da un ampio dibattito in seguito alle dichiarazioni di Musk che volevano il primo uomo su Marte nel 2024. Un piano, quello del miliardario, su cui è sempre rimasto un certo scetticismo, alimentato tra l’altro dai ritardi che hanno coinvolto tanto il lanciatore Falcon Heavy, quanto la navicella Dragon, i mezzi su cui, nell’intenzione di Musk, saliranno i primi astronauti diretti al pianeta rosso. Se il Falcon Heavy ha ormai debuttato con successo, restano ancora le perplessità sulla Dragon, quantomeno nelle tempistiche, tanto che la Nasa sarebbe stata costretta a pensare a un piano b per assicurare l’accesso degli astronauti americani sulla Stazione spaziale internazionale (Iss) anche oltre il 2019, cioè quando termineranno i posti a bordo della navicella Soyuz assicurati dal contratto con i russi. L’ultimo aggiornamento della tabella di marcia della Nasa ha visto posticipare di quat[...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>