Nella partita francese Leonardo punta su OSN

Nella partita francese Leonardo punta su OSN
Leonardo vede il sereno e trova un sentiero che conduce al campo dove si gioca la partita italo-francese per la cooperazione militare. Un passo alla volta. Ieri sera, poco dopo le 20, l’amministratore delegato del gruppo aerospaziale, Alessandro Profumo, è stato ascoltato dai senatori della commissione Industria del Senato, presieduta da Massimo Mucchetti (Pd), a poco più di un mese dal suo intervento a Montecitorio, sempre sulle prospettive del gruppo. Due le indicazioni date dall’ex ceo di Unicredit e presidente di Mps. Primo, nel 2018 le cose per Leonardo si metteranno decisamente meglio. Secondo, e qui sta la novità, l’ex Finmeccanica ha trovato il modo di partecipare all’alleanza naval-militare tra Italia e Francia, diretta conseguenza dell’accordo di settembre tra Fincantieri-Stx. Profumo ha confermato l’arrivo del piano industriale per fine gennaio, chiarendo però un punto: il prossimo anno per Piazza Montegrappa ci sarà una ripresa generale di ordinativi e fatturato. Dunque, il peggio sembra essere passato. “Il 2018 sarà migliore del 2017: siamo certi che nel 2018 avremo più ordini più fatturato e più profitto”, ha spiegato l’ex banchiere ora alla guida di Leonardo. E comunque, se tante volte le previsioni dovessero essere in parte disattese, il gruppo può comunque contare su un portafoglio ordini pari a circa 34 miliardi su un fatturato di 12. “Il che vuol dire che abbiamo, in linea teorica, quasi tre anni di copertura della nostr[...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>