In coma, giovanissimo ritrova la vita al Gaslini

Per ragioni di privacy lo chiameremo Anton, lui è un giovanissimo albanese che in Italia – al Gaslini di Genova – ha ritrovato speranza e salute. A soli 15 anni, la sua è una di quelle storie che scaldano il cuore e danno speranza a chi pensa di non averne. All’istituto genovese Anton ci era arrivato in stato vegetativo da mesi, con una grave disfagia, una doppia emiparesi e blocco delle articolazioni. Il ragazzo era rimasto vittima di un incidente a agosto, in Albania. Nel suo paese, dopo un lungo ricovero, sembrava non esserci più speranza alcuna fino a quando, grazie a una raccolta di fondi lanciata dai genitori attraverso una emittente albanese, i parenti sono riusciti a organizzare un trasporto straordinario e far arrivare il ragazzo al Gaslini. UNA LUCE Oggi, a distanza di nove mesi dall'incidente e a cinque mesi dal ricovero al Gaslini il ragazzo è stato dimesso. Il Gaslini lo ha «restituito a una vita normale - ha detto il dg del Gaslini Petralia -. Un successo di squadra grazie alla perseveranza e alla sincronia dei diversi operatori del Policlinico - Gastroenterologia, Riabilitazione, Chirurgia e Ortopedia - che insieme hanno restituito speranza e guarigione al ragazzo». Il giovanissimo Anton non è il solo ad aver ritrovato speranza grazie al Sistema sanitario italiano. Molto presto anche dieci bambini venezuelani con gravi patologie arriveranno a giorni all'Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma per ricevere cure e, in alcuni dei casi, il trapiant[...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>