Antibiotici, allerta dell’Agenzia del farmaco

È allerta in Europa e in Italia per gli effetti avversi di alcuni antibiotici che potrebbero in alcuni casi provocare rottura dei tendini, mialgia, debolezza muscolare. O anche depressione, affaticamento e disturbi della memoria e altri gravi danni. Gli antibiotici passati sotto la lente dell’Agenzia Italiana del farmaco (Aifa) sono di uso comune ma rischiano di avere gravi effetti collaterali «invalidanti, di lunga durata e potenzialmente permanenti». QUALI SONO Si tratta di medicinali che contengono due sostanze in particolare: “fluorochinoloni” e “chinoloni”, che verranno ritirati dal commercio. L’Agenzia ha diffuso una nota con delle indicazioni rivolte ai medici. «Sono state segnalate con gli antibiotici chinolonici e fluorochinolonici - si legge nell’allerta pubblicata sul sito dell’Aifa - reazioni avverse invalidanti, di lunga durata e potenzialmente permanenti, principalmente a carico del sistema muscoloscheletrico e del sistema nervoso. Di conseguenza, sono stati rivalutati i benefici e i rischi di tutti gli antibiotici chinolonici e fluorochinolonici e le loro indicazioni nei paesi dell’Unione Europea. I medicinali contenenti cinoxacina, flumechina, acido nalidixico e acido pipemidico verranno ritirati dal commercio». AI MEDICI L’indicazione è di non prescrivere questi medicinali in casi quali il trattamento di infezioni non gravi o per infezioni non batteriche. Prudenza nella prescrizione è raccomandata per i pazienti anziani o con co[...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>