Ocean 2020 a guida Leonardo e gli altri progetti unmanned Ue di difesa navale

Ocean 2020 a guida Leonardo e gli altri progetti unmanned Ue di difesa navale
Leonardo si è aggiudicata il più importante progetto del primo bando di gara nel settore Difesa emanato dall’Unione europea, nell’ambito del programma “Preparatory Action on Defence Research”. La selezione del progetto di ricerca militare Ocean 2020 è stata condotta dall’Agenzia Europea della Difesa (EDA) su base competitiva e sarà perfezionata nelle prossime settimane. Il team Ocean 2020, guidato da Leonardo, vede la partecipazione di 15 Paesi europei con 42 partner, compresi i ministeri della Difesa di Italia, Grecia, Spagna, Portogallo e Lituania e il supporto di quelli  di Svezia, Francia, Regno Unito, Estonia e Olanda. Tra i partner industriali, Indra, Safran, Saab, Mbda, PGZ/CTM, Hensoldt, Intracom-IDE, Fincantieri e QinetiQ. Assieme a loro i centri di ricerca, Fraunhofer, Tno, Cmre (Nato) e Iai. “Siamo particolarmente lieti di questo risultato per la valenza strategica e tecnologico-operativa che riveste il programma”, ha dichiarato Alessandro Profumo, amministratore delegato di Leonardo. “Si tratta, infatti, del primo progetto di ricerca tecnologica dedicato a un tema trasversale per l’Europa e per l’area del Mediterraneo in particolare, quello della sicurezza marittima”. Ocean 2020 è il primo esempio di programma di ricerca militare europeo e ha richiesto un’analisi dei requisiti operativi e una proposta tecnologicamente innovativa. Il progetto prevede l’integrazione di piattaforme senza pilota nelle missioni di sorveglianza e inter[...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>