Milani-Perdomo: continua il miracolo a Milano

Milani-Perdomo: continua il miracolo a Milano
Milano-Torino: il cocktail è servito sulla tavola più prestigiosa dei Navigli. Dopo pochi mesi di stop, seguiti alla repentina discesa dal grattacielo Intesa, al cui Piano 35 si era fatto ben notare, Ivan Milani ha accettato la proposta di Maida Mercuri, titolare e sommelier del Pont de Ferr, in cerca di un sostituto per Vittorio Fusari. Fotografia di Alessandra Tinozzi Riconquisterà la stella perduta? Fra i piatti della nuova carta si segnalano le ostriche e animelle, sulla falsariga della finanziera di mare; il pane, burro e acciughe al verde, ricordo di Piemonte; le seppie al profumo di agrumi, la ciliegia di piccione e le cime di rapa con chips di pistacchi. “Il Pont ha riaperto oggi, dopo la pausa seguita all’addio di Fusari il 24 dicembre, dettato da motivi personali. Maida era venuta spesso a Torino per testare il nuovo menu nella cucina di casa, da Beppe Gallina o presso il Vitel Etonné. Tutto sparpagliato, il Roner qui, un fondo là. Altrimenti sarebbe stato impossibile, entrando il 27 dicembre, riaprire il 7 gennaio. Ivan è entusiasta di questa collaborazione, per la professionalità di Maida e la piacevolezza di lavorare con una donna nel ramo da tanto tempo, capace di mietere successi e costruire relazioni professionali basate sulla fiducia”, racconta la moglie dello chef Alessandra Tinozzi, fotografa di food e non solo. Anche il neostellato Matias Perdomo, per tanti anni al Pont de Ferr, fucina di opportunità e di talenti, h[...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>