Quantum A.I.

L'incrocio di due tecnologie di punta sembra imminente. Computing quantistico e intelligenza artificiale si incrociano per esempio alla Rigetti, una società a Berkleley in California. Ne parla Technology Review. Si sa abbastanza poco di come possano funzionare i computer quantistici, anche se l'Europa ha destinato un miliardo di euro a fare ricerca in materia. Ma alla Rigetti sembra che siano in grado di far girare un software di machine learning su un prototipo di computer quantistico, con risultati apprezzabili. Vale la pena di leggere il resoconto, anche perché mostra una strategia interessante: poiché capiamo poco di questo computer quantistico, cerchiamo di lavorarci insieme in cloud. In realtà, l'articolo riporta anche un altro punto di vista. Poiché sappiamo poco del computer quantistico non siamo in grado di controllarlo bene. Potrebbe essere proprio il machine learning la soluzione. Lo dice Christopher Monroe dell'università del Maryland che lavora anche alla IonQ: "He suggests that machine learning might play a key role in making quantum computers more reliable. “The growing complexity of classical control systems for large quantum computers may need a different approach,” he points out. So he speculates that “perhaps non-quantum machine learning will be used” to manage the complex behavior inside these machines.".[...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>