Al Kunsthaus di Zurigo la mostra “Lodato e ridicolizzato”. Pittura francese dal 1820 al 1880.

Al Kunsthaus di Zurigo la mostra “Lodato e ridicolizzato”. Pittura francese dal 1820 al 1880.
'In un giorno, 'fuori' il prossimo: anche nel 19 ° secolo, la moda era volubile. Il romanticismo, il realismo e l'impressionismo erano correnti concorrenti all'interno della pittura francese che venivano accolte da un piccolo gruppo di appassionati ma respinte dalla maggior parte dei critici. La mostra si concentra sugli anni tra il 1820 e il 1880. Il 1822 vide la prima apparizione di Delacroix al Salon, la piattaforma ufficiale per artisti, in cui espose la sua sfida a Ingres e ai suoi compagni neoclassici; Il 1880 segnò la fine del Salone come evento sponsorizzato dal governo. Durante questo periodo Géricault, Corot, Daumier, Daubigny, Courbet, Manet, Pissarro e Monet abbandonarono anche lo stile accademico e neoclassico dell'epoca. Molto controversi nel corso della loro vita, questi artisti sono ora celebrati in tutto il mondo come i "precursori del Modernismo". Tuttavia, la pittura francese del XIX secolo offre una profusione di altri artisti altrettanto importanti che, al tempo, godevano di maggiore riconoscimento e di plausi da parte di critici d'arte e del pubblico. Anche se in debito con le tecniche di pittura tradizionali, artisti come Delaroche, Couture, Meissonier, Cabanel, Gérôme e Bouguereau erano molto innovativi. Nel canone della pittura francese di quel periodo stabilito nei paesi di lingua tedesca all'inizio del XX secolo, tuttavia, queste figure eccezionali sono state messe da parte. Ora il Kunsthaus si propone di riscoprirli.con questa mostra a[...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>