Vittorio Andreoli e il viaggio per la comprensione del dolore

Vittorio Andreoli e il viaggio per la comprensione del dolore
«Di fronte al male, che ha la stessa radice semantica di malattia, le persone che si occupano di salute pensano subito al sintomo e seguono un percorso tracciato dalla propria specializzazione che è, e deve essere, scientifico. Ma è necessario non dimenticare, assieme agli imperativi dei riferimenti operativi sanitari, che sempre la malattia è prima di tutto dolore, sofferenza e che se il sintomo porta all’organo, che è un “frammento” del corpo, il dolore riguarda l’uomo tutto intero». Il professor Vittorio Andreoli E’ un invito alla riflessione quello di  Vittorino Andreoli, psichiatra, scrittore e già direttore del dipartimento di Psichiatria di Verona. Il dolore dell’anima, del resto, è forse quanto di più lacerante possa esserci. E spesso altrettanto lacerante è, per chi lo prova, non riuscire a trasferire la propria sofferenza. Tra corpo e anima L’occasione imperdibile, e aperta a tutti, di ascoltare Vittorino Andreoli arriva con l’appuntamento «capire il dolore», in programma per martedì 14 novembre, dalle 14.30 alle 17.30, nell’Aula Magna Gaetano Salvatore del Policlinico Federico II. L’appuntamento si prefigura di declinare il dolore nelle sue molteplici accezioni, sia dal punto di vista fisico sia sotto il profilo psicologico. Insomma,  come da tradizione, anche quest’anno l’Ufficio formazione unico della Scuola di Medicina e Chirurgia della  Federico II, propone un grande evento culturale nell’ambito del piano forma[...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>