Le risorse umane per il lavoro del futuro

È davvero interessante cercare di comprendere come devono evolvere le direzioni delle risorse umane per gestire una transizione verso il lavoro del futuro che si annuncia complessa come non mai. La convivenza tra umani e macchine in particolare sembra richiedere un'attenzione molto delicata. Ma un fatto è certo: se si investe nelle macchine, si deve investire ancora di più nelle persone. Qualunque sia l'indicazione che viene dagli incentivi del governo. Oggi esce la nuova puntata della lunga serie dedicata al lavoro del futuro dal Sole 24 Ore. Tra l'altro, gli intervistati segnalano che le direzioni delle risorse umane devono cercare persone che posseggano competenze armonicamente miste di tecnico e umanistico: ma si scopre che le devono possedere anche loro. E a quanto pare non sempre conoscono a fondo le opportunità offerte da internet: c'è molto da studiare... Anche perché se si vogliono trovare i giovani, occorre arrivare sui loro media: persino in Italia, il marketing lo sta cominciando a comprendere, ma forse le risorse umane devono dedicare maggiore attenzione all'argomento. Nel nuovo articolo, come al solito, interviste, storie e ricerche. Molti i commenti raccolti finora per arricchire questa inchiesta. Mandane uno anche tu... Il dossier sul lavoro del futuro sul Sole 24 Ore: Il lavoro del futuro una realtà già in atto Innovazione per abbracciare le opportunità Cogito, ergo capisco come voi umani Se il «progetto» rappresenta l’archit[...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>