Una partnership pubblico privata per la sicurezza cibernetica

Una partnership pubblico privata per la sicurezza cibernetica
“Non possiamo più affidare la sicurezza solo alle istituzioni, né possiamo però appaltarla al privato. Dobbiamo quindi creare quel giusto equilibrio tra la sicurezza istituzionale e la sicurezza dei privati. Questa è la prima cosa da fare, la più importante”. È quanto ha detto il senatore Giuseppe Esposito (nella foto) vice presidente del Copasir, intervenuto ieri a Roma al convegno “Pubblico-privato, l’alleanza necessaria per la cyber security”, promosso da Formiche e Cyber Affairs. Chi c'era Dopo l’introduzione di Paolo Messa, direttore del Centro Studi Americani, sono intervenuti: il professor Roberto Baldoni, direttore del Cis-Sapienza e del Laboratorio nazionale di cyber security del Cini; Nunzia Ciardi, direttore del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni; Marco Mayer, docente di conflict & peacebuilding alla Luiss e direttore del master in Intelligence e sicurezza alla Link Campus University e Francesco Teodonno, security unit leader di Ibm Italia. In platea, composta in prevalenza da addetti ai lavori che hanno poi arricchito il dibattito con spunti e domande, sedevano invece, tra gli altri Francesco Maria Talò (già ambasciatore d’Italia in Israele che ha citato come elemento di crescita nazionale in questo settore l’evento Cybertech Europe che si terrà il 26 e 27 settembre a Roma presso il centro congressi La Nuvola), Barbara Carfagna (giornalista Rai e conduttrice del programma tv Codice), e numerosi esponenti d[...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>