Blackstone entra in International Asset Reconstruction. Bain Capital rialza l’offerta per i chip di Toshiba.

Blackstone entra in International Asset Reconstruction. Bain Capital rialza l’offerta per i chip di Toshiba.
Stando a due fonti vicine alla transazione, Blackstone Group Lp, il più grande gestore di asset alternativi del mondo, sta per acquisire una partecipazione di controllo nella International Asset Reconstruction (IARC) con sede a Mumbai che si occupa di acquisire asset distressed. Si veda dealstreetasia.  Secondo l’accordo, sempre stando alle fonti di cui sopra, Blackstone investirà inizialmente 150 milioni di dollari per una partecipazione di minoranza significativa che in un paio di anni dovrebbe trasformarsi in una di maggioranza. Quella di Blackstone è solo l’ultima delle operazioni condotte negli asset indiani distressed da parte dei private equity internazionali. Presso il sistema bancario indiano i “bad and stressed loans” sono saliti ad almeno 10 trilioni di rupie stando al dato riportato dalla Reserve Bank of India (RBI) che ha spinto le banche a ripulire il proprio bilancio forzandole a cedere i bad loans per liberare capitale per nuovi prestiti. “I prestiti problematici indiani stanno attraendo un serio interesse globale perché le banche eroganti stanno assumendo un atteggiamento più serio verso l’asset sottostante il prestito distressed”, così ha dichiarato Mahesh Singhi, fondatore e managing director di Singhi Advisors Pvt. Ltd. “Le banche stanno aspettandosi adesso almeno il 50% del valore dei crediti ceduti contro il 15% che era il valore atteso prima del recente approccio valutativo più rigoroso, fatto questo che richiede importanti capit[...]

Articoli correlati

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>