Aspettando l’iPhone

Mezza stampa italiana sta aspettando le sette di stasera per vedere il nuovo iPhone (cioè i tre nuovi iPhone). E intanto si chiede se la Apple sia sempre in grado di produrre grande innovazione. È chiaro che si. Ma è innovazione diversa. In passato ha esplorato nuove tecnologie per inventare nuovi mercati. Oggi sembra chiamata ad accogliere le nuove tecnologie esplorate altrove - intelligenza artificiale, cloud, servizi online - nel suo mondo di significati, servizi e design. È custode di uno stile di evoluzione tecnologica. Ed è per questo, forse, che il suo rapporto p/e - quello che confronta il prezzo in borsa e gli utili - è più basso di quello degli altri giganti della rete. Ci si aspetta che continui così, valutandola forse come l'ossimoro del "solido innovatore" (Sole).[...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>