Celiaci: solo un sesto degli adulti lo è davvero. Mercato da 6 miliardi

Celiaci: solo un sesto degli adulti lo è davvero. Mercato da 6 miliardi
Celiaci per convinzione, ma senza aver avuto una diagnosi. La sempre più diffusa e costosa 'fobia' del glutine, motivata da possibili problemi di intolleranza, è infondata nella gran maggioranza dei casi. Un nuovo studio australiano pubblicato sul Medical Journal of Australia ha raccolto numeri impressionati. Secondo i ricercatori dell'Università di Newcastle, il glutine fa scattare problemi di salute in appena un sesto degli adulti che accusano intolleranza alla proteina. Il giro d'affare globale del gluten-free vale più di 6 miliardi di dollari Usa e gli studiosi pongono interrogativi verso questo mercato lucrativo. Alla guida del team di ricercatori ci sono Marjorie Walker e Michael Porter della Scuola di patologia anatomica dell'atene che si sono rivolti all'8% degli australiani che sostengono di essere celiaci, secondo le statistiche. Si tratta di coloro che incolpano il glutine per una serie di disturbi, dal gonfiore di stomaco a mal di testa e nausea, a dolore alle giunture, da depressione a febbre da fieno. "Risulta che solo una piccola proporzione sia veramente suscettibile al glutine o al frumento. Molti si sottopongono senza necessità a una costosa dieta gluten-free", commentano gli scienziati. La celiachia è una condizione autoimmune in cui il glutine induce il sistema immunitario ad attaccare l'intestino e altri organi, ma per ogni persona realmente affetta, circa altre sette si dichiarano suscettibili alla proteina senza soffrire di celiachia, riferisc[...]

Articoli correlati

  • Senza glutine? In molti casi, senza senso8 maggio 2017 Senza glutine? In molti casi, senza senso Senza glutine è stato prima di tutto un invito per centinaia di migliaia di persone. Nella giungla dell’alimentazione moltissimi si sono trovati a (e tutt’oggi si trovano) a soffrire di disturbi più o meno seri legati ad intolleranze o allergie. Per molti altri, invece, l’alimentazione è sinonimo...
  • Chi idolatra San Glutine nei giornali?14 maggio 2017 Chi idolatra San Glutine nei giornali? Giorni fa, sui giornali e nei diversi tg pubblici e privati, si dava conto dei forti cali registrati in Italia nei consumi di pane e pasta. Un evento “storico”, una vera Notizia in quanto opposta alla normalità come lo è il paradigmatico uomo che morde il cane. Così, almeno, spiegavano i caporeda...
  • “Perché le diete ci fanno ingrassare?” Parla Sandra Aamodt, neuroscienziata4 maggio 2017 “Perché le diete ci fanno ingrassare?” Parla Sandra Aamodt, neuroscienziata A scrivere è Sandra Aamodt, neuroscienziata americana. Dopo aver seguito molte diete per trent'anni, ha deciso di smettere e ha cominciato a mangiare quando aveva fame, finché non si sentiva sazia. Inoltre, ha smesso di pesarsi, ha inserito l’attività fisica nella sua agenda, e nel giro di un ann...
  • Dislessia: il videogioco che insegna a leggere ai bimbi20 luglio 2017 Dislessia: il videogioco che insegna a leggere ai bimbi In casi di dislessia, l'uso di particolari videogiochi stimola e velocizza la capacità di lettura anche nei bambini di madrelingua inglese, migliorando non solo l'attenzione visiva, ma anche la memoria verbale. Ad affermare questa tesi è uno studio condotto da un team di giovani ricercatori, tra ...
  • Il pesce è alleato del cuore, ma attenzione ai contaminati9 maggio 2017 Il pesce è alleato del cuore, ma attenzione ai contaminati Il pesce contiene acidi grassi omega 3, in grado di ridurre il rischio di aritmie, diminuire i livelli di trigliceridi nel sangue, rallentare la progressione della placca aterosclerotica e ridurre leggermente la pressione. A ribadire le sue proprietà nutritive essenziali per il benessere umano è ...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>