Grande trimestre per Moby, che genera 105 mln di cassa. Il bond festeggia e vola oltre quota 100

Il bond Moby alla Borsa del Lussemburgo Balzo di oltre 3 figure ieri per il bond  da 300 milioni di Moby (due tranche, di cui una da 20 milioni circa per gli investitori Usa) quotato alla Borsa del Lussemburgo a scadenza 2023 e cedola 7,75%, che ha superato quota 100 centesimi alla Borsa del Lussemburgo dai 96,34 centesimi di venerdì 8 settembre, per un rendimento del 7,562%, in netto calo dall'8,4%. A spingere al rialzo le quotazioni, come segnalato oggi da MF Milano Finanza, sono stati i risultati semestrali presentati ieri dal gruppo armatoriale, al quale fa capo anche Tirrenia-Cin e controllato dalla famiglia Onorato, ad analisti e investitori, che sono stati migliori delle attese, grazie a un secondo trimestre molto buono, che ha visto il gruppo generare cassa per ben 105 milioni di euro. Una cifra, questa che, sommata ai 114,1 milioni a fine marzo (nel primo trimestre era stata bruciata cassa per 47,8 milioni), ha portato la cassa a fine semestre a quota 219,2 milioni. In nessun trimestre, da quando nel 2013 era stato quotato il bond, il gruppo ha generato oltre 100 milioni di euro di cassa come invece è accaduto nel periodo aprile-giugno 2017. Per gli obbligazionisti si tratta quindi di una notizia molto positiva, soprattutto se si pensa che nel testo della presentazione della trimestrale distribuita agli analisti in occasione della conference call sui dati lo scorso giugno si leggeva che “la società al momento sta valutando un certo numero [...]

Articoli correlati

  • Moby piazza i 300 milioni di euro di bond al 7,75%8 febbraio 2016 Moby piazza i 300 milioni di euro di bond al 7,75% Onorato Armatori spa, la holding di Moby e di Tirrenia-Cin, ha collocato venerdì 5 febbraio l'atteso bond da 300 milioni di euro. Il titolo, che ha scadenza 2023, è stato prezzato alla pari con una cedola del 7,75% e rendimento pari a 748 punti base sopra quello del Bund di analoga scadenza.  ...
  • Onorato rifinanzia l’intero debito per 560 milioni, compreso il bond12 febbraio 2016 Onorato rifinanzia l’intero debito per 560 milioni, compreso il bond Onorato Armatori spa ha annunciato ieri di aver concluso un’operazione di rifinanziamento del debito per 560 milioni di euro complessivi. I proventi dell’intera operazione orchestrata dall'armatore Vincenzo Onorato per il suo gruppo di traghetti sono stati utilizzati per rifinanziare il debito...
  • Estra studia il rifinanziamento del debito con un nuovo bond, mentre prosegue l’iter per la Borsa10 giugno 2016 Estra studia il rifinanziamento del debito con un nuovo bond, mentre prosegue l’iter per la Borsa Rifinanziamento del debito, un'importante acquisizione e poi la Borsa. Sono queste le prossime mosse di Estra, l’utility toscana controllata da 99 Comuni delle province di Arezzo, Firenze, Grosseto, Pistoia, Prato e Siena, che punta ad affermarsi nel ruolo di multiutility di livello nazionale...
  • Banca Farmafactoring colloca bond da 150 milioni22 giugno 2016 Banca Farmafactoring colloca bond da 150 milioni Banca Farmafactoring raccoglie risorse attraverso un nuovo bond. L’istituto attivo nella gestione e smobilizzo pro-soluto dei crediti commerciali nei confronti della Pubblica Amministrazione e oggi controllato dal fondo Centerbridge ha annunciato il collocamento privato presso investitori ist...
  • Pro-Gest colloca 61 mln euro di bond in private placement26 maggio 2016 Pro-Gest colloca 61 mln euro di bond in private placement Il gruppo Pro-Gest, leader in Italia nella produzione di carta, cartone, imballi e packaging,  ha collocato ieri in private placement presso primari investitori professionali italiani ed esteri due prestiti obbligazionari per un totale di 61 milioni di euro a 7 anni a tasso fisso e senza garanzie...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>