L’Europa sotto attacco. Ecco le possibili strategie di difesa

L’Europa sotto attacco. Ecco le possibili strategie di difesa
Le minacce che oggi insidiano l’Europa hanno raggiunto un livello di pericolosità senza precedenti, e gli arresti compiuti oggi dai Carabinieri del Ros in nord Italia nei confronti di tre presunti terroristi lo dimostrano. Il quadro attuale rende così necessaria l'elaborazione non solo di una strategia di difesa efficacie e comprensiva, ma anche di una cultura della sicurezza che coinvolga élite politiche e società civile. È quanto emerso dall'evento “L’Europa sotto attacco: verso una nuova strategia di sicurezza per fronteggiare un quadro di minacce sempre più insidioso”, organizzato a Roma dall'Istituto Gino Germani di scienze sociali e studi strategici. Hanno partecipato, tra gli altri, il direttore dell'Istituto Luigi Sergio Germani, il presidente dell'Istituto francese d'analisi strategica (Ifas) Francois Géré, il senior fellow del Center for transatlantic relations della John Hopkins School Donald Jensen, l'esperto di estremismo del Center for cyber and homeland security della George Washington University Lorenzo Vidino, il senior resident fellow del German Marshall Fund of the United States Christian Molling e il ceo di Brexit Analytica Garvan Walshe. Come emerso dal dibattito, il Vecchio continente deve affrontare “la necessità di avviare un profondo ripensamento strategico di fronte a minacce inedite”, aveva già spiegato il direttore dell'Istituto Luigi Sergio Germani. Di fronte a un contesto ricco e disomogeneo di rischi e minacce, per Fra[...]

Articoli correlati

  • Il colpo di coda di Obama: operazione Atlantic Resolve12 gennaio 2017 Il colpo di coda di Obama: operazione Atlantic Resolve Mentre alla casa Bianca stanno imballando gli ultimi effetti personali della famiglia Obama, nel porto di Bremerhaven in Bassa Sassonia sembra di assistere a un nuovo sbarco in Normandia. In queste ore i carri armati, i mezzi logistici e gli equipaggiamenti della Terza Brigata Corazzata della Qua...
  • Cosa si è deciso (e cosa non si è deciso) nel Consiglio europeo16 dicembre 2016 Cosa si è deciso (e cosa non si è deciso) nel Consiglio europeo Si è chiuso il primo Consiglio europeo in cui ha partecipato da premier Paolo Gentiloni. Il vertice è stato segnato dall'insoddisfazione italiana per il “forte ritardo dell'Ue” (così lo ha definito il nuovo presidente del consiglio) in materia di immigrazione, ma anche da importanti passi in avan...
  • Gli effetti della Brexit sul settore della Difesa27 giugno 2016 Gli effetti della Brexit sul settore della Difesa Il referendum in Regno Unito produrrà effetti che potranno essere pienamente apprezzati solo nel lungo periodo. Al momento, prevalgono incertezza e un certo grado di apprensione che coinvolgono inevitabilmente anche il settore della Difesa. La Brexit, tutta da definirsi in attesa degli accordi ch...
  • Come cambia il rapporto Usa-Ue con Trump. Parla Magri10 novembre 2016 Come cambia il rapporto Usa-Ue con Trump. Parla Magri Vi proponiamo la conversazione di Formiche.net con Paolo Magri, direttore dell'Istituto per gli studi di politica internazionale (Ispi) Donald Trump ha saputo intercettare la voglia di cambiamento del ceto medio americano ed è stato premiato. Non solo ha vinto, ma avrà anche grandi chance per ...
  • Nato, tutti i punti dell’agenda per l’incontro dei ministri della Difesa a Bruxelles15 febbraio 2017 Nato, tutti i punti dell’agenda per l’incontro dei ministri della Difesa a Bruxelles Un hub a Napoli per il fianco sud, la riforma delle strutture di comando e il riequilibrio degli oneri tra le due sponde dell'Atlantico. Questi i temi principali sul tavolo del vertice tra i ministri della Difesa dei 28 Stati membri della Nato riuniti oggi e domani a Bruxelles. Tra di loro, per l...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>