Wannacry, il malware che ricatta il mondo

Wannacry, il malware che ricatta il mondo
Nella mattina di venerdì 12 maggio, un esteso cyber-attacco ha colpito le infrastrutture informatiche di almeno 74 paesi (c’è chi parla di 99, si rimanda alla mappa interattiva sviluppata da Intel, https://goo.gl/g683We) tra cui, principalmente, Spagna, Regno Unito, Russia, Cina, Ucraina, India, Taiwan, Germania. L’operazione, ribattezzata “Wannacry” dall’estensione del file .wcry all’origine del contagio, comprende circa 100-150 mila (200 mila secondo altri) attacchi in tutto il mondo e rientra nella categoria dei ransomware, i “malware  che  criptano  le informazioni   all’interno   di   un   sistema   informatico   richiedendo   un   riscatto   per   la decrittazione”. A differenza di altri ransomware però, Wannacry prevede un countdown per il pagamento. Se non versata entro 3 gg la cifra è raddoppiata, entro 7 gg i files distrutti irrevocabilmente. Il decryptor di Wannacry che chiede il riscatto: La cifra per il riscatto è rapidamente cresciuta passando dai 300 $ iniziali agli ultimi 600 $ da versare su portafogli Blockchain in Bitcoin. Questo aumento è avvenuto prima della data in cui la cifra si sarebbe raddoppiata (3 gg dall’infezione) e quindi, è probabile, che per alcuni il riscatto potrebbe diventare molto più alto (1200 $) dopo il 16 maggio. Questi gli indirizzi dei portafogli principali su cui viene richiesto di effettuare il pagamento: https://blockchain.info/address/13AM4VW2dhxYgXeQepoHkHSQuy6Nga[...]

Articoli correlati

  • Il miglior antivirus free del 20169 maggio 2016 Il miglior antivirus free del 2016 Sempre più persone effettuano l'aggiornamento a Windows 10 che potrà essere fatto gratuitmente entro il 29 luglio 2016, ma alcune persone preferiscono restare con Windows 8 o, addirittura, Win 7. Se si usano questi 3 sistemi, si possiede già una suite di sicurezza, vale a dire Microsoft Windows D...
  • Perché gli esperti pensano che ci sia Pyongyang dietro a Wannacry30 maggio 2017 Perché gli esperti pensano che ci sia Pyongyang dietro a Wannacry Gli esperti informatici contattati da Formiche.net concordano con le analisi finora diffuse secondo cui dietro all'attacco cibernetico virale WannaCry, che ha colpito oltre cento paesi e mandato in blocco migliaia di computer chiedendo un riscatto da pagare per la riattivazione, potrebbe esserci ...
  • Tutti i dettagli e i segreti sull’attacco hacker con i codici rubati all’Nsa13 maggio 2017 Tutti i dettagli e i segreti sull’attacco hacker con i codici rubati all’Nsa Nel pomeriggio di giovedì è iniziato un enorme attacco hacker che ha interessato almeno 75 Paesi nel mondo. La società informatica Intel ha costruito una mappa che mostra la diffusione geografica degli attacchi; è aggiornata live, e al momento della stesura di questo articolo continuano ancora a ...
  • L’Nsa incolpa il Nord per Wannacry, ma Washington non vuole una guerra con Pyongyang17 giugno 2017 L’Nsa incolpa il Nord per Wannacry, ma Washington non vuole una guerra con Pyongyang La National Security Agency (NSA), l'agenzia di intelligence americana che si occupa di sistemi elettronici, avrebbe prove sufficienti per collegare l'attacco Wannacry del mese scorso alla Corea del Nord. Wannacry ha colpito oltre 300 mila persone in 150 paesi: si è trattato di un virus di tipo r...
  • Report fintech, ecco chi finanzia chi online in Italia13 maggio 2016 Report fintech, ecco chi finanzia chi online in Italia Iniziano a essere parecchie le piattaforme online che offrono capitali e finanziamenti a imprese e privati. Sono state sviluppate tutte da startup fintech italiane (a parte due estere). BeBeez le ha catalogate e ha condotto un focus particolare su quelle di lending, visto che, a differenza di ...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>