Latte: smontiamo alcune bufale su questo alimento!

Latte: smontiamo alcune bufale su questo alimento!
Il latte, negli ultimi anni, è stato uno degli alimenti più demonizzati con la tipica frase: “l’uomo è l’unico animale adulto a continuare a consumarlo”. Ma quanto è giusto demonizzare questo alimento? È vero che fa male? Proviamo a fare un minimo di chiarezza e a sfatare qualche falso mito che gira online. Il lattosio Sempre più persone eliminano il latte dalla loro dieta convinti di essere intolleranti, spesso senza aver fatto mai nessun accertamento. Innanzitutto partiamo dalle basi: il lattosio è un disaccaride formato da glucosio e galattosio che viene digerito da un’enzima, detto lattasi. L’uomo rientra nella categoria detta 'lattasi persistente', quindi anche da adulto continua a possedere questo enzima deputato alla digestione del “temutissimo” lattosio. I soggetti intolleranti sono coloro che perdono questo enzima e quindi la capacità di digerire lo zucchero del latte. Adesso analizziamo qualche dato: il latte materno contiene il 6,5% di lattosio mentre il latte di vacca il 5%. Gli studi hanno dimostrato che i soggetti intolleranti riescono a tollerare, senza che si manifestino sintomi, fino a 12g di lattosio (quindi 250ml di latte). Nonostante molte persone pensino di avere problemi con il lattosio sono poche, tra queste, ad essere realmente intolleranti. Il calcio del latte non viene assorbito, smentiamo questa bufala. Secondo alcuni le proteine contenute nel latte riducono l’assorbimento del calcio, per cui il bilancio metabol[...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>