Senza glutine? In molti casi, senza senso

Senza glutine? In molti casi, senza senso
Senza glutine è stato prima di tutto un invito per centinaia di migliaia di persone. Nella giungla dell’alimentazione moltissimi si sono trovati a (e tutt’oggi si trovano) a soffrire di disturbi più o meno seri legati ad intolleranze o allergie. Per molti altri, invece, l’alimentazione è sinonimo di moda. In principio, direbbe qualcuno, è stato il biologico, poi il naturale, quindi il vegano e ora il no-glutine. E come tutte le mode anche questa ha un mercato, un mercato enorme e in ascesa negli ultimi anni, con crescita di fatturato e proseliti spinti dalle celebrities. Scelta “social” Gwyneth Paltrow, Victoria Beckham, Kim Kardashian, Lady Gaga con milioni di follower sui social, diversissime fra loro ma accomunate dal pallino del gluten-free. Non sono celiache ma non portano in tavola nulla che contenga glutine, convinte di guadagnare così in salute e restare in forma più facilmente. Un equivoco, come dimostrano i dati scientifici più recenti, che l’appeal delle celebrità contribuisce non poco ad alimentare. Dilaga così la moda gluten-free, di tendenza anche in Italia: nel nostro Paese ogni anno si spendono 320 milioni di euro per prodotti senza glutine, ma di questi solo 215 derivano dagli alimenti erogati per la terapia dei pazienti celiaci. Il 10% dei cittadini europei segue una dieta totalmente, parzialmente o occasionalmente gluten-free senza averne bisogno e sono circa 6 milioni gli italiani celiaci ‘per moda’ che sprecano ogni anno oltre 1[...]

Articoli correlati

  • Il pesce è alleato del cuore, ma attenzione ai contaminati9 maggio 2017 Il pesce è alleato del cuore, ma attenzione ai contaminati Il pesce contiene acidi grassi omega 3, in grado di ridurre il rischio di aritmie, diminuire i livelli di trigliceridi nel sangue, rallentare la progressione della placca aterosclerotica e ridurre leggermente la pressione. A ribadire le sue proprietà nutritive essenziali per il benessere umano è ...
  • Cenoni e pranzi di Natale, per i diabetici consigli della Sid20 dicembre 2016 Cenoni e pranzi di Natale, per i diabetici consigli della Sid A Natale cene e pranzi si moltiplicano e nessuno vuole rinunciare alla parmigiana della nonna o al pandoro con lo zucchero a velo. Così c'è chi ha fissato l'appuntamento col dietologo subito dopo l’Epifania. Nonostante il diabete, però, è possibile affrontare le festività natalizie senza troppi p...
  • “Perché le diete ci fanno ingrassare?” Parla Sandra Aamodt, neuroscienziata4 maggio 2017 “Perché le diete ci fanno ingrassare?” Parla Sandra Aamodt, neuroscienziata A scrivere è Sandra Aamodt, neuroscienziata americana. Dopo aver seguito molte diete per trent'anni, ha deciso di smettere e ha cominciato a mangiare quando aveva fame, finché non si sentiva sazia. Inoltre, ha smesso di pesarsi, ha inserito l’attività fisica nella sua agenda, e nel giro di un ann...
  • Rivoluzione sushi: ha più calorie del fast food. La prova del nove1 dicembre 2016 Rivoluzione sushi: ha più calorie del fast food. La prova del nove Il sushi può essere più calorico di un pasto da fast food, una notizia che non farà piacere alle centinaia di migliaia di consumatori abituali di uramaki, nigiri, hosomaki o futomaki vari. Ma non si può comunque girare la testa dall’altra parte. La doma...
  • Chi idolatra San Glutine nei giornali?14 maggio 2017 Chi idolatra San Glutine nei giornali? Giorni fa, sui giornali e nei diversi tg pubblici e privati, si dava conto dei forti cali registrati in Italia nei consumi di pane e pasta. Un evento “storico”, una vera Notizia in quanto opposta alla normalità come lo è il paradigmatico uomo che morde il cane. Così, almeno, spiegavano i caporeda...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>