Sarko e i suoi primi cento giorniAttualità
“Premier flic de France”. Primo sbirro di Francia. No, non è il soprannome di Nicholas Sarkozy, ma solo uno dei tanti con cui, narra la leggenda, si usava soprannominare “le Tigre”, lo statista francese Georges Clemenceau, vissuto a cavallo tra l’ottocento ed il novecento, ostinato anti-bonapartista e deputato di estrema sinistra prima, radical-socialista poi, ancora […]
Centristi in Francia come in Italia, tanti e con lo sguardo a destra…Attualità
Al direttore, le elezioni in Francia rivelano che la posizione centrista esiste ed è notevole. In Francia come in Italia. Non solo, per quanto Bayrou possa spiegare che non voterà Sarko, l’elettorato mediano posto dinanzi al bivio destra-sinistra sceglie la prima direzione. In Francia come in Italia. Casini e soprattutto Rutelli sono avvertiti…
Un anno di governo. Un abisso di consenso.Attualità
Il governo Prodi compie un anno. Un periodo breve ma già troppo lungo. Il fiatone con il quale arriva a questo traguardo e la sostanziale paralisi di Camera e Senato sono molto più di un segnale. Il Pd che non decolla, gli alleati che chiedono la verifica, i mille braccio di ferro (da Kyoto all’Ici), […]
Seconda repubblica? Solo La Riforma le salverà l’onoreAttualità
L’ascesa politica di Montezemolo è causa o effetto della crisi della politica? Tutti gli (attuali) protagonisti del teatrino sono compatti nel negare o ridimensionare la crisi di sistema. Affiora l’ipotesi che il fenomeno degenerativo dei costi della politica sia in realtà gonfiato ad arte dai media borghesi. La stessa definizione di Casta altro non sarebbe […]
Quei tasti dolenti toccati da MontezemoloAttualità
Tanto rumore per nulla. Il dubbio, dopo l’intervento di Montezemolo all’assemblea di Confindustria, potrebbe sorgere spontaneo. La grande attesa per la sua ‘discesa in campo’ aveva fatto presagire scenari fanta-rivoluzionari. In effetti, a discorso appena terminato, sono stati proprio i più ostili all’idea di Montezemolo leader politico ad accreditarla con dichiarazioni ed analisi tanto roboanti […]
Le radici non solo cristiane dell’EuropaAttualità
In occasione della celebrazione dei cinquant’anni dei Trattati europei, Benedetto XVI ha richiamato l’attenzione sul ruolo del Cristianesimo per il futuro dell’Europa. Il Vecchio Continente appare stanco e frustrato, incapace di riconoscere le sue radici: d’altronde la negazione delle radici cristiani nel Trattato costituzionale, poi bocciato da Francia e Olanda, ne è una delle testimonianze […]
Quella necessaria cura “costituente”Attualità
Primato della politica e riscoperta dello Stato devono essere i due pilastri del nuovo centrodestra. Ripensare la coalizione è diventata una necessità, ma dobbiamo ripartire da una visione che è il contrario del neo-contrattualismo e delle politiche liberiste